Sigulèin in d’asèji di Andrea Bezzecchi

Scottate le cipolline immergendole in acqua bollente per un paio di minuti. Spellatele, sciacquatele e asciugatele in un canovaccio. Dentro ad una casseruola antiaderente, a bordi medi e abbastanza larga, scaldate l’olio, poi ponete le cipolline a rosolare per circa 10 minuti. Coprite per metà le cipolline d’acqua poi, dopo aver salato, portate l’acqua ad ebollizione. Abbassate poi la fiamma, lasciate sobbollire e cuocere per 20 minuti circa. Mescolate di tanto in tanto. Nel frattempo, preparate il composto di farina, aceto e zucchero: stemperate la farina con l’aceto e quando avrete un composto cremoso, unite lo zucchero. Continuate la cottura dopo aver versato il composto sulle cipolline. Lasciate insaporire a fuoco vivo per qualche minuto, finché il sugo si presenterà ristretto. Mescolate spesso per evitare che le cipolline aderiscano al fondo. Servitele ben calde, accompagnate dal loro sugo, insieme a bolliti, arrosti o ad un crostino di pane caldo.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

500 g di cipolline Borettane (da Boretto, provincia di Reggio Emilia)

4 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di farina bianca

½ bicchiere di aceto di vino bianco

20 g di zucchero

Sale

 

inserito in: verdure e contorni
condivisioni: E-mail | Permalink |

se ti piace condividi!

20