Giuliano Pasini (Vignola, 1974) ambienta il suo libro “il fiume ti porta via” nella Bassa Emiliana. Paesaggi a noi familiari e da noi amati, scorrono nelle sue pagine: “pioppi che cercano il cielo”, “campi di formentone”, “il grande fiume che scorre scuro e lento…con l’acqua che prosegue all’infinito”, “l’argine maestro…che sembra mettere distanza tra terra e fiume”. E quando il Po è in piena, l’acqua annulla la distanza tra terra e fiume: “un orlo liquido e scuro risale verso il prato, centimetro dopo centimetro”. Nel libro trova ampio spazio anche il cibo, protagonista delle tradizioni emiliane e che tanto contribuisce a caratterizzare il mondo della Bassa Emiliana. Così Giuliano Pasini ci parla di erbazzone, torta fritta, salumi, parmigiano reggiano, brodo, cappelletti, lambrusco, malvasia…E poi ci presenta una vera ricetta, così dettagliata che possiamo seguire le istruzioni e ripeterla nella nostra cucina: “Sformatino al prosciutto in salsa di cipolle borettane”. A detta dell’autore “uno spettacolo”. E una ricetta d’autore assolutamente da non perdere.

condivisioni: E-mail | Permalink |

se ti piace condividi!

38